Come importare librerie in Android Studio

Importare librerie in android studio

Da qualche giorno, per esigenze, ho iniziato ad utilizzare Android Studio 1.1 mettendo quasi completamente da parte il buon vecchio Eclipse.

Ovviamente, quando sei abituato ad usare con una certa praticità un editor, gli altri risultano completamente nuovi e, in un certo senso, ti senti completamente spaesato. Devo dire che con un pò di pratica risulta molto semplice ed intuitivo da utilizzare, ricco di funzionalità e collegamenti rapidi tra le varie risorse.

Il problema più grande che ho dovuto affrontare consiste nell’includere librerie (non i .jar) nel mio progetto ma dopo tante ricerche, prove e arrabbiature sono arrivato ad una soluzione molto semplice che mi piacerebbe condividere con tutti voi.

Premetto con il dire che non sò se è la soluzione corretta ma, ad ogni modo, nel mio caso ha funzionato alla perfezione. Procediamo per gradi!

Progetti librerie

I progetti che si possono importare all’interno di android studio devono essere compilati appositamente o da voi oppure dallo sviluppatore che la rende già compatibile.

Dopo aver scaricato il progetto libreria da importare in Android Studio bisogna copiare la cartella della libreria (con il nome che volete) all’interno della root del vostro progetto.

A questo punto possiamo aprire l’editor di Android Studio e cominciare la vera integrazione nel nostro progetto. Iniziamo con cambiare la tipologia di visualizzazione del progetto da “Android” a “Project“. Questo fornisce una visualizzazione gerarchica dei file gradle che bisognerà modificare manualmente.

Project View Android Studio

Fatto questo iniziamo a modificare il file settings.gradle posizionato nella root del progetto ed all’interno del quale sono presenti tutti i moduli che devono essere inclusi durante la compilazione dell’applicazione.

Android Studio Settings.gradle

Bisogna semplicemente aggiungere una riga che riporta esattamente il nome della cartella incollata precedentemente (la cartella della libreria). Ad esempio supponiamo di avere un file settings.gradle come segue e vogliamo inserire come libreria l’SDK di facebook (la cartella che ho incollato si chiama “FacebookSDK“). Il file deve cambiare da così

a così

Ricordare che dopo i due punti và inserito il nome della cartella.

Fatto questo passiamo al modulo principale dell’applicazione (nel mio caso Application) quindi apriamo il corrispettivo file build.gradle. Bisogna aggiungere tra le dipendenze (dependencies) la compilazione della libreria appena aggiunta.

Android Studio build.gradle modulo principale

Per completare questa azione bisogna inserire in coda all’elenco delle dipendenze la direttiva seguente

quindi l’elenco completo delle dipendenze dovrebbe somigliare più o meno a questo anche se alcune di esse potrebbero non essere presenti

Effettuate un Clean e Rebuild ed il vostro progetto a questo punto dovrebbe essere pronto a riconoscere le funzionalità della libreria.

Problematiche possibili

Ho avuto solo un piccolo problema legato al file build.gradle della libreria che non era conforme a quanto specificato nello stesso file del modulo principale (Application).

Ho dovuto impostare allo stesso modo le righe del gradle riguardanti

  • La versione dell’sdk minima e quella target (minSdkVersion e targetSdkVersion)
  • La versione dell’sdk di riferimento (compileSdkVersion)
  • La versione del Tool per il build utilizzato (buildToolsVersion)
  • La versione del gradle da utilizzare (la più importante in quantor raramente combaciano)

IMPORTANTE: Utilizzare come modello di file gradle quello del vostro modulo principale e riportarne le stesse informazioni nei vari file delle vostre librerie.

Conclusione

Ripeto, non sò se corrisponde al metodo ufficiale e corretto per poter importare librerie in android studio ma nel mio caso ha funzionato corretamente.

Consiglio, prima di iniziare a copiare, incollare e modificare di fare una copia del progetto per evitare la perdita di configurazioni.

Spero vi possa essere utile e farvi risparmiare ore e ore di ricerche. Ogni correzione o suggerimento è ben accetto.

 

Tiziano

Informazioni sull'autore

Laureato nel 2012 in informatica ho maturato qualche anno di esperienza sullo sviluppo di applicativi per il web e applicativi per Android. Grande appassionato di informatica in generale, di ciclismo e di fotografia, dedico gran parte del mio tempo a queste attività.

Rispondi

*

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.
Leggi informativa